Un artigiano al servizio della musica.

ANTONELLO GIORGI
talento, tecnica, creatività ed esemplare eleganza.

Antonello Giorgi batterista da sempre… con i primi fustini del detersivo della mamma… come bacchette i cucchiai di legno per il sugo. Poi con la richiesta alla “Befana” di una batteria completa, che però non riuscì ad avere perché costava troppo. Riuscì ad avere però un charleston ed un rullante… sembrava un sogno !

Il suo stile vive di una perfetta alchimia di talento, tecnica e creatività, sorretto sempre da un’esemplare eleganza.

Dopo i primi passi da autodidatta, arriva l’esigenza di studiare lo strumento con criterio, leggendo il pentagramma e cominciando ad eseguire i rudimenti della batteria. Studia con due maestri privati che lo portano ad esprimere al massimo la sua anima Funk – Rock, per poi continuare da solo nell’ approfondimento dello strumento ricercando tutte le performance dei grandi drummer di oltre oceano.

Fondamentale nel suo percorso artistico l’incontro con il Maestro Mauro Malavasi, musicista, produttore e arrangiatore bolognese che ha firmato i più grandi successi della musica italiana e internazionale.

Attraverso i suoi consigli e i suoi insegnamenti Antonello Giorgi ha raggiunto uno stile personale, un tratto originale mai replicabile. Dopo la batteria ha iniziato a suonare anche le percussioni che ritiene un elemento fondamentale per completare il proprio bagaglio culturale nel ritmo…”le percussioni sono la parte aulica del ritmo…ogni strumento che suoni ha una sua storia, una storia importante!”

Tra la fine degli anni ‘70 e l’inizio degli anni 80 fonda con Luca Carboni e con altri amici musicisti i Teobaldi Rock, band che s’nserisce nel movimento underground bolognese (sono anche gli anni dei mitici Skiantos), che allora nelle cantine sviluppava un’energia creativa incredibile.

Comincia con i Teobaldi Rock l’avventura nella musica con i primi concerti e le prime registrazioni discografiche e il sodalizio con Luca Carboni.

In tutti i dischi e in tutti i tour di Luca Carboni, dal primo .”..intanto Dustin Hoffman non sbaglia un film” a “Pop-Up” uscito del settembre 2015 la batteria in studio e nei live è di Antonello Giorgi.

Uff. Stampa e comunicazione Lucia Angelici angelicimedia@gmail.com